NASCO- opening night

Esistono progetti importanti e progetti che nascono da strette necessità creative e di pensiero.

NASCO UNICO appartiene a quest’ultima esigenza. La voglia di creare un nuovo modo di scegliere cosa indossare, l’attesa nel ricevere un oggetto che viene studiato per te e con te, in maniera semplicemente unica.

L’unicità ci appartiene dalla nascita e la nostra continua voglia di essere speciali, ci permette di fare ricerca, di scoprire nuove vie, nuove forme di pensiero e nuovi modi di realizzare qualcosa.

Ho deciso di prendermi, per la prima volta in vita mia, del tempo per creare, sin dal principio, un progetto, in completa libertà, senza regole, senza fretta, senza barriere.

Ho dedicato mesi, prima di vederlo chiaro nella mia testa,  ho scritto, ho riordinato ed elencato le idee, per poi realizzarle. Ci sono voluti undici interi mesi, di riflessione, di ricerca, di dialogo, di viaggi, di confronto, di disegno, di studio delle forme,  dei materiali, degli spazi, per poi vederlo solo ieri, tutto nel suo insieme.

Dal bottone, tutti diversi, all’appendino in ferro; dalla storia, cosi’ legata alla mia famiglia, al mobile grigio chiaro con la riga d’oro; dal testo al tipo di fotografia; dalla modella al colore del filo… nulla per caso, nulla senza un perchè, nulla senza il mio team!

E’ stato importante capire che tutto il mio sforzo, sia stato ripagato, semplicemente attraverso una faccia felice di un mio amico o cliente! Ieri sera il mio grande regalo è stato vedere gente entusiasta che guardava e ascoltava con piacere! Ma ancor di più, che comprava con coscienza, con amore, con attenzione e con sorpresa nel ricevere a breve, un oggetto fatto solo per loro!

Insisto a dire che la mia grande fortuna è poter fare il mestiere più bello al mondo, ma sopratutto di poterlo fare col tempo di pensare, poiche’ un progetto senza pensiero non può essere in grado di emozionare.

A mio avviso dovremmo produrre meno cose, sfruttare meglio il nostro tempo, per realizzare progetti che possiedano un pensiero e che quindi automaticamente siano di più alta qualità.

La fretta della consegna, della stagione, della realizzazione di una nuova vetrina ogni due giorni, di possedere subito qualcosa, ci distolgono dal fare le cose con amore, ci tolgono la possibilità di raccontare una storia.

Produciamo il più delle volte oggetti che non ci emozionano…e quindi siamo alla ricerca costante di acquisti malati , perchè ormai la vera adrenalina sta solo nell’atto di acquistare….senza sapere cosa compriamo e come lo compriamo!

Dobbiamo fare ricerca, e capire che emozionare o essere emozionati ci fa felici!

Che ne dite?

 

 

Thanks to:
Roberto Francardo e Maddalena Marrone, Marco Santi e Rocco Daghero, Juny Vitale, Tancredi Vitale, Giulia Porino, Riccardo Sorgente, Massimo Bonardo, Franco Zantedeschi, Pietro Birindelli,  Laura Zonta, Marisa Guza, Noris, Angela, Francesca, Elena Pignata, Andrea Caccina, Carlo Casetta, Marco Prunotto, Alessandro Catanzariti, Marco Parini, Elena Cavallaro, Andrea Pimentel, Mar Aguilò, Giulia Dirindelli, Veronica Fiorelli, Cristina Magnoni, Dario Dinocca!

 

nasco-opening-night

 

nasco-opening-night-1

 

nasco-opening-night-2

 

nasco-opening-night-3

Photo della serata di apertura Dario Dinocca!

 

Posted on: dicembre 03, 2015

Prova Titolo

In questo popup andrò ad inserire informazioni varie!